.
Annunci online

  dubhe Momenti osservati dall'alto
 
Diario
 




Sto leggendo : la vita
Sto ascoltando: la vita
Sto facendo : vivendo
muuuuuuuuuuuuuuuuuuu

E QUESTO E' IN RICORDO DI TUTTE LE PERSONE INCROCIATE E DI TUTTE LE TELE CHE MI HANNO INFIAMMATO




Una canzone, un anima e      
alcune immagini della mia vita



my mail is:
dubhe.uma@libero.it

Voglio vedere i bianchi trulli sotto un cielo luminoso e blu. Voglio bere un vinello bianco in un baretto di Portovecchio in Corsica. Voglio cavalcare nei verdi campi della padania. Voglio visitare i castelli della Loira. Voglio rivivere le notti di Barcellona. Voglio camminare sotto la fine pioggerellina di Monaco per l'oktober fest. Voglio annusare la terra d'Africa e osservare le rovine di Cartagine. Voglio bagnarmi nel caldo mare di Grecia e osservare il tempio di Athena e poi ancora il peloponneso.



9 novembre 2009

Tempo

"The sun is the same in the relative way, but you're older."

In alcune occasioni il tempo non scorre , è li che ti prende in giro e ti sfotte , e tu vorresti solo che alcune cose arrivassero... forse però è un bene che i secondi siano eterni , riesci così a toccare ogni momento e a ponderarlo completamente.... altre volte , ti giri e sono passati 3 anni , e manco te ne sei accorto....

non è possibile , non è plausibile che una cosa del genere accada senza che ci sia un significato più profondo e serio dietro.

intanto aspetto , in fondo mancano solo poche ore...




permalink | inviato da dubhe il 9/11/2009 alle 20:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 giugno 2009

Sogni

[...]Se non sali mai non puoi cadere è vero.Ma è così brutto cadere?E' così difficile?A volte ti svegli, si.A volte muori. Ma c'è sempre un alternativa.[...]
[...]A volte ti svegli.A volte la caduta ti uccide. E a volte quando cadi...bè, voli.[...]

Neil Gaiman

...cazzo che male!




permalink | inviato da dubhe il 2/6/2009 alle 21:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 maggio 2009

Fotografia

Si sta girando , lo sfondo è composto di gente , pullman, macchine , motorini , rumori , ma lei si sta semplicemente girando.
I capelli ramati si spostano leggeri creando movimento e una leggera sfoccatura , gli occhi invece sono persi , in pensieri , ricordi , preoccupazioni , progetti. La bocca si storce e le labbra carnose sembrano quasi dare un bacio disgustato. L'inquadratura è completa e si nota tutta la sua figura , il corpo snello e modellato , le gambe che si alternano nel passo intrapreso , il vestito che la cinge come fosse stato creato addosso, le scarpe alte, nere , eleganti e sensuali.
Un uomo appoggiato alla staccionata della fermata del bus è fermo a guardarla , ad osservarla , pronto a cogliere anche solo una fettina della sua anima, e i suoi pensieri sfiorano l'indecente. Una donna corpulenta invece si è fatta da parte per farla passare e si vede dal viso scontroso che non ne è stata contenta.
Il resto del mondo invece semplicemente la ignora.


Questa è la fotografia che avrei fatto stamattina se avessi avuto con me la mia Nikon.
Ah il dono dell'ubiquità!




permalink | inviato da dubhe il 27/5/2009 alle 22:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 maggio 2009

Tutti gli hotel sono pieni questa estate , e allora tutta questa crisi dove sta?

 

Io quest'anno andrò in ferie , certo , e in totale senza spese extra spenderò 400 € per una settimana di vacanza.
La situazione parlando seriamente è sempre meno equilibrata. Lavoro in una azienda di consulenza esterna che per mantenere il posto all'interno del cliente non solo svende i propri impiegati ma ha garantito addirittura per luglio copertura totale per tutto il mese , sabati e domenica inclusi , niente ferie per nessuno , niente riposo per nessuno.
Una situazione insostenibile vero? perchè non fare un bello sciopero e ribellarci?
Vivo da sola da 9 anni , ho tre prestiti fatti tutti per lavori di ristrutturazione alla casa che cade a pezzi , e da uno stipendio di 1060 € più straordinari di 200 € (per un totale di 1300 € circa ogni mese) mi spariscono di default 500 € , non pagherò il mutuo ma mi sparisce all'incirca la stessa cifra. Rimangono quindi 800 € al mese , ma se teniamo conto di telefono, gas e luce mi escono fuori altri 100 euro di bollette.
Togliamo l'abbonamento al bus (che la macchina oltre al non saperla guidare non me la posso mantenere) e ci rimangono circa 650 € al mese.
Parliamo a sto punto della spesa, che per me sola e per il gatto mi tira fuori almeno almeno 400 € e sono una gran risparmiatrice! Rimangono a sto punto 250 € che mi servono per le spese superflue (vestiti , scarpe , uscite e ovviamente i pranzi a lavoro , che i ticket da 3.50 mi bastano solo per 10 giorni). Alle volte riesco persino a mettere da parte qualcosa!!! pazzesco.

E quindi? perchè non mollare tutto e cambiare lavoro? e che me lo trovi tu un altro lavoro????? E allora a sto punto te le metti in culo ste frasi fatte del cazzo?




permalink | inviato da dubhe il 19/5/2009 alle 22:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


18 maggio 2009

A casa

Sono esausta e spossata , stanca dell'incompetenza delle persone e della facilità di chi è in torto di criticare gli altri per spostare l'attenzione generale lontano da se stessi. Esausta per i ritmi che sto mantenendo da troppo tempo , spossata dal non aver tempo per me stessa. I pochi attimi di tregua li utilizzo per riprendere fiato, e questo non mi permette di impegnare realmente le mie risorse interiori.
E in vece del tempo e dello spazio per me, l'imperativo è accellerare , e arriverò tra due mesi ad essere sfinita.
Ma in questi momenti il mio pensiero e il mio sorriso vanno a due persone , una è la mia spalla , senza cui non potrei andare avanti giornalmente , l'altra è la persona con cui mi sono finalmente di nuovo sentita a casa.
Ed è strano e arduo comprendere il legame che lega così fortemente due sconosciuti.




permalink | inviato da dubhe il 18/5/2009 alle 21:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 maggio 2009

Oggi mi sono incazzata

Oggi mi sono accesa , le mie mani hanno iniziato a tremare e dalla mia bocca usciva fumo , la mente si è annebbiata e non riusciva a focalizzare altro che la distruzione del nemico. Gli occhi rossi di sangue pulsavano e le parole che uscivano erano insulti pieni di odio e melma, degni del più schifoso scaricatore di porto.
Oggi un leghista ha provato ad aprire bocca e ha detto solamente minchiate.




permalink | inviato da dubhe il 11/5/2009 alle 20:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 maggio 2009

Lo sguardo blu di un uomo in divisa

In metro come ogni sera, stasera però è diversa , entro faccio posto a due signore , sistemo gli auricolari , c'è freddie in linea, mi giro e vedo due occhioni blu che mi scrutano , che mi sorridono e mi apprezzano , lo guardo, ricambio, ma è tardi , lui scende poco dopo.
La metro si svuota e mi siedo sorridendo , e a un certo punto mi chiedo , ma un uomo così lontano dai miei principi quanto durerebbe in una relazione con me?
Però se mi avesse chiesto il numero glielo avrei dato!




permalink | inviato da dubhe il 6/5/2009 alle 18:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 aprile 2009

Scioperi e ricordi

Il mio primo sciopero lo feci alle elementari , ero in disaccordo con una supplente e consegnai così il mio compito in classe in bianco, non strepitai , non gridai , non piansi , semplicemente presi la mia decisione e ne subii onorevolmente (con un bel non classificato) le conseguenze.
La mia prima disobbedienza sociale si colloca anch'essa alle elementari , ma per la precisione al primo giorno della prima elementare. Le maestre ci ordinarono nell'intervallo di non salire assolutamente le scale , e non vollero rispondere ai miei perchè, così insoddisfatta delle loro non spiegazioni la prima cosa che feci fu di salire le scale , presi la prima nota di tutte le prime elementari di quell'anno ,ma fui sempre molto fiera della mia bravata , spirito libero che non può essere incatenato da nessuno.
Alle medie mi calmai molto per varie vicessitudini MA alle superiori , complice anche la rabbia dell'adolescenza divenni impareggiabile e conosciuta in tutta la scuola per la mia devozione a quasi tutte le cause "giuste".
Sono fierissima di essere annoverata tra i partecipanti delle manifestazioni contro gli esperimenti nucleari francesi nell'oceano da parte di Chiracche (è ovvio che non si scrive così ;)), alle manifestazioni in sostegno dei nostri compagni operai della fiat , alle manifestazioni per la legalizzazione delle droghe leggere, ecc,ecc,ecc  ...

Poi venne il buio direte voi ... durante i miei dieci anni di lavoratrice non sono mai più scesa in piazza. Eppure , eppure ogni giorno io mi rifiuto di guardare la mediaset , qualunque programma ci sia , non compro Nestlè , compro quasi esclusivamente italiano , scelgo energie pulite e cerco di non danneggiare l'ambiente a causa di quello che mangio , non uso la macchina e faccio attenzione agli INCI di ogni prodotto che utilizzo.

Insomma forse non sono più quella ragazzina in scarpe da ginnastica e jeans che saltava davanti alla polizia innggiando cori , oppure quella fanciulla che gridava a squarcia gola contro i carabinieri ( "la disoccupazione ti ha dato un bel mestiere , mestiere di merda carabiniere") , non sono più la ragazza da salvare dalle manganellate o quella che ci correva contro alle risse con quelli di destra , ma insomma , continuo sempre ad avere lo stesso spirito vivace :D

In ricordo di me stessa.




permalink | inviato da dubhe il 21/4/2009 alle 19:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 aprile 2009

Serata degna

Una serata coi contro fiocchi....
Concerto di un amica violinista , più partita seguita dagli sms arrivati a varie persone, più gaudio e casino in piazza con sconosciuti per il pareggio, più cena al regina margherita che di per sè è tutto un programma , più giocatori della juve nel ristorante (tra i quali Chiellini) , più cori di tifosi nel ristorante, più birretta al solito posto , più malinconia finale.....

serata perfetta.... quasi




permalink | inviato da dubhe il 19/4/2009 alle 3:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 aprile 2009

Fuochi

All'inizio è l'alba rossa e infuocata che incendia il cielo e scurisce le foglie degli alberi che in balia di un vento torrido si muovono danzando, poi vengono le braci , quelle della nottata prima , che ancora fumose nel camino con i mattoni rossi vengono smosse e riattizzate dal soffio e nutrite da nuova legna , nuovo cibo , nuova anima, e infine vengono i falò , le pire enormi che scatenano le anime che le osservano , che bruciano nelle notti scure d'estate , che promettono nuova luce e speranza in inverno.

Ed ecco poi me , che tranquilla mi nutro in un pacifico e solitario calore , e che poi in un istante posso girarmi e incendiarti l'anima , di passione o di odio e rabbia, scotto , ma spesso ti riscaldo benevolmente....

Ecco, io chi sono?




permalink | inviato da dubhe il 1/4/2009 alle 20:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


21 marzo 2009

Dieci anni e poco più

Dieci anni fa ero maggiorenne , Dubhe era già nata in quanto tale e le mie idee erano pressochè le stesse di sempre....
L'altro giorno rileggevo le smemo delle superiori , e mi accorgevo che in questi lunghi dieci anni non son poi cambiata così tanto... sempre la stessa donnina impulsiva , irascibile e dolce. Sempre la stessa bambina con gli occhi ricolmi di speranza e di lotta.
E tra dieci anni? come sarò?




permalink | inviato da dubhe il 21/3/2009 alle 9:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


16 marzo 2009

Facce

Sulla metro le facce hanno più o meno tutte la stessa espressione , una nervosa attesa della propria fermata , stanchezza o sonno , a seconda dell'orario , e pensieri che non arriveranno mai alla persona che gli siede a fianco.
Ogni tanto poi ti capita di vedere una tizia che presa bene si avvicina tutta trafelata ad un altro seduto , gli dice "Ciaooooo ma come stai?" in un fare tutto imbarazzato , eddai che si vede che ti piace , hai fatto la figura della scema davanti a tutti....
... non ha prezzo guardare me che, al che, mi metto a ridere da sola XD




permalink | inviato da dubhe il 16/3/2009 alle 20:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


13 marzo 2009

Strappo alla regola

Premessa : qui di esperienze e racconti davvero miei ce ne sono molto pochi , perlopiù si tratta di pensieri o emozioni che si possono interpretare in svariatissimi modi a seconda di chi legge , ma poi chi legge? bah - oggi strappo alla regola.
 
Sogno , sono sempre stata una sognatrice. Ho sempre sognato una famiglia , quando ero più piccola avrei voluto un padre , morto troppo presto , o almeno una madre , quasi mai presente , poi crescendo ho ributtato quella voglia nelle amicizie a cui ho dato tutto quello che avevo , e ne ho tanto davvero tanto, poi crescendo e rimanendo delusa dagli AMMICI mi sono buttata nelle relazioni amorose!!! haahahah peggio del peggio.
No non è vero il mio ultimo amante è diventato mio fratello , il mio unico amico , il mio punto di riferimento , non pensavo che una storia andata malissimo potesse darmi così tanto dopo , ma diciamocelo lui ha la sua vita e non ci si vede spesso, non in maniera degna almeno!
E quindi dopo ben 29 anni di sogni , continuo a sognare , sogno un uomo che mi abbracci la sera e che mi telefoni nelle pause pranzo.

L'altro ieri in bus tornando a casa ho deciso di non sognare più , non ne vale la pena , sono soltanto botte quando ti svegli e cadi scoprendo che sono tutte merdate i miei sogni.
 
E ho quindi deciso , per i prossimi tre anni mi occuperò della casa , quest'anno le porte nuove , l'anno prossimo la veranda , quello dopo ancora mutuo e si ristruttura quello che c'è ancora da fare.
Dopodichè troverò una bella banca del seme e mi farò un marmocchio tutto mio , che crescerò con tutto l'amore che possiedo , perchè poi mi sa mi sa che il figlio di un single voluto e desiderato e adorato ha molte più attenzioni di molti figli di famiglie pseudo cattoliche e NORMAL.

Nel frattempo continuo a crescere , mi costruisco mattone dopo mattone la mia vita spirituale , da passare poi a so ben chi io , e se mi si presenta alla porta di casa il principe azzurro giuro che gli pianto un paletto nel cuore!

Uomini , avete rotto il cazzo e non avete capito nulla se vi lasciate andare una fanciulla dolce come me , fottetevi allegramente tra di voi!

Detto questo , torno a sognare.......




permalink | inviato da dubhe il 13/3/2009 alle 18:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


12 marzo 2009

basta basta basta basta

Ora prendo e cancello tutto.




permalink | inviato da dubhe il 12/3/2009 alle 18:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


8 marzo 2009

scelte

Esistono persone che per loro scelta escludono dalla propria esistenza i piaceri della carne , che decidono di non concedersi la pienezza di una mattina di sesso con la persona che si è scelti come compagno.
E queste persone ritengono questa la scelta migliore perchè li eleverà al di sopra dei poveri comuni mortali che rotolandosi in un letto si inzozzeranno del loro sudore e della loro saliva, si mischieranno la pelle e le labbra e in questo modo commetteranno peccato.
Lo sfrenato piacere di un amplesso , meccanico e ripetitivo che fa vedere in queste persone la bestia, l'animale che li fa scappare , il dolce sapore della pelle dell'altra persona , il gustarsi , il mangiarsi il concedersi reciproca felicità , sono atti demoniaci che fanno scaturire in loro pietà per le poveri genti che non riescono a comprendere quanto sia osceno il riprodursi...
ma poi queste sante persone si masturberanno?




permalink | inviato da dubhe il 8/3/2009 alle 21:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 marzo 2009

con gli occhi che si chiudono

La stanza è illuminata , mentre fuori , grigio e plumbeo è ormai scuro da un paio di ore. E' stata una giornata rilassante , noiosa a tratti , ma illuminata da qualche piacevole conversazione...
... sono stanca , vorrei solo sdraiarmi nel corso di una vita che come un diesel ci sta mettendo un po troppo a partire... la cosa ridicola è che quando finalmente sarò in viaggio ad una velocità accettabile ripenserò con nostalgia a questi tempi in cui sto mettendo su le quinte dello spettacolo!




permalink | inviato da dubhe il 1/3/2009 alle 17:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 febbraio 2009

Bolle

Danzare in un vuoto che ti colma il respiro rendendoti sempre più difficile la serenità, il cuore impazzisce a volte , e nonostante tutto in torno giri come sempre ha fatto , sei stanca.
I'm tired
Stanca di aspettare
Stanca di sognare
Stanca

Nuotare sott'acqua quando non puoi respirare.




permalink | inviato da dubhe il 25/2/2009 alle 21:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 febbraio 2009

Amleticamente

E se fossi tu?

E se non fossi tu?




permalink | inviato da dubhe il 25/2/2009 alle 19:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 febbraio 2009

di nuovo

Ho di nuovo camminato molto questo pomeriggio , correndo quasi tra la folla di via garibaldi.
Ho bisogno di buttare fuori questo nodo allo stomaco che da dicembre non mi da più tregua.
Vorrei un abbraccio costante di due ore , magari in compagnia di un bicchiere di vino e mille chiacchere, vorrei essere su una delle mie stradine di montagna a far trekking , talmente provata e talmente assorta dalla difficoltà della cosa e dalla bellezza della natura da non poter pensare, vorrei essere su una cavalla marrone , al galoppo , veloce sempre più veloce.
Si ecco questo inverno credo di non aver desiderato altro , mentre salivo e scendevo dal pulman con Freddie nelle orecchie continuavo a vedermi montare e correre correre correre più veloce di tutto.
Probabilmente basterebbe mettere le cose a posto , trovare un compagno e fare più sesso.... ma non dipende da me , devo solo aspettare....

Dio quanto mi mancavano queste splendide emozioni.... vivere , sognare , SPERARE.




permalink | inviato da dubhe il 23/2/2009 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 febbraio 2009

I am so, a work in progress




permalink | inviato da dubhe il 13/2/2009 alle 22:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


8 febbraio 2009

Sogno di una notte di mezzo inverno

Vorrei che ora tu fossi qui , seduto dall'altra parte del letto a tirarmi le briciole di un pranzo consumato tra la fretta e la passione. Vorrei che stanotte mi stringessi le mani anche quando i miei calci dei sogni più agitati ti avranno quasi fatto perdere la pazienza. Vorrei che domani mattina mi svegliassi con un bacio dolce e con un caffè a letto , per poi rincorrerci in bagno , tirarci il pigiama e finire inesorabilmente tra le lenzuola ed inevitabilmente in ritardo a lavoro.
Vorrei potermi accoccolare tra i sedili della tua macchina nuova mentre mi porti a lavoro , salutarti con una carezza , ritrovarti nelle pause passate al cellulare. Vorrei sentire la tua voce sicura e dolce che mi comunica cosa vorrebbe per cena. Vorrei uscire sola dal lavoro ed andare a fare la spesa , cucinare per te , vederti rientrare in casa e terminare la giornata nel solito caldo letto...

Vorrei ma non posso...




permalink | inviato da dubhe il 8/2/2009 alle 19:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 febbraio 2009

Music

Un anima inquieta può essere risanata da una melodia? da un susseguirsi di note al pianoforte? come può la musica ridare serenità a un intruglio di sentimenti che si susseguono senza sosta lasciandoci senza fiato?
Per quale motivo la musica ci accompagna dall'inizio del mondo? come possono i suoni donarci le mille emozioni che riusciamo a provare in balia di un pezzo?
Pensieri sognati sulle note di "Go with the flow"




permalink | inviato da dubhe il 7/2/2009 alle 12:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 gennaio 2009

sgrunt

un passo , un altro e la vista a poco a poco si annebbia , i particolari mi sfuggono e le uniche cose che annota la mia mente sono giusto la strada e i semafori, nel frattempo soggiungono ai miei occhi le immagini perfette delle storie che invento per distrarmi durante le mie lunghe passeggiate.
L'altro giorno così facendo sono arrivata dal lavoro a casa a piedi in un ora e mezza di film ininterrotto. E ora vorrei essere così su strada , con nelle orecchie la voce dolce e piena di speranza di freddie a mangiare chilometri e a non pensare più.
Ma l'essere senza meta ora me lo impedisce e attendo quindi con ansia domani mattina.

Vorrei togliermi questa fastidiosa sensazione dallo stomaco.

Ho sempre avuto buona fantasia :)




permalink | inviato da dubhe il 24/1/2009 alle 22:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 gennaio 2009

Paura di esserci.

E' difficile spiegare la paura di vivere , di rimettersi in gioco, di soffrire di nuovo , mischiata alla paura di perdere troppo tempo dietro inutili angoli che non sboccheranno in nulla.
E quanto è facile sognare un momento , e quanto è difficile vederlo sotto gli occhi e viverlo.
E quanto desiderio c'è di quella carezza , talmente tanto che ti porta a cercare un rifugio , una scusa qualsiasi per allontanarsene , per fare in modo che mai sarà così.
Riaprirsi , farsi nuovamente leggere dentro. Riaffidare la propria vita a qualcuno.  Lasciarsi nuovamente andare sotto gli occhi di un estraneo.




permalink | inviato da dubhe il 9/1/2009 alle 19:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 gennaio 2009

L'infermiera

Ieri sera tornando a casa ti ho tenuto la mano sperando di riuscire ad essere dentro prima di vederti stare male , siamo arrivate appena in tempo e ti giuro che non so come ci siamo riuscite.
Appena ti sei ripresa ti ho preparato il letto e rimboccato le coperte , non riuscivi nemmeno a mandare giù un pò d'acqua. Ho recuperato un ulteriore coperta dall'armadio e ti ho abbracciata nel tentativo di fermare il tremito incessante della febbre.
Stamattina mi sono alzata per recuperarti tutte le medicine che avevo in casa e ti ho fatto prendere qualcosa che ti desse un po più di energia, ti ho fatto un te nel pomeriggio , ti ho fatto mangiare qualcosina , piano piano , per vedere se lo stomaco reggeva. Alla fine sono persino riuscita a prepararti la cena e hai mangiato ubbidiente.
Ora stai un po meglio si vede e piano piano la febbre passerà , ma io sarò sempre qui a prendermi cura di te...
Io e me.




permalink | inviato da dubhe il 6/1/2009 alle 19:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 gennaio 2009

il bicchiere di vino

Seduta in un cantuccio del letto , rifugio degli ultimi giorni , con in mano il mio nero d'avola rincorro pensieri che non albeggiavano nella mia testa da tempi immemori.
La musica è tornata e i racconti si susseguono infiniti.
Racconti in cui la protagonista sono io , così come lo sono della mia vita, racconti che sono nulla rispetto a quello che realmente potrei, racconti che sottolineano la mia innata malinconia, racconti che rivedono quel ragazzo riccio che mi aveva per primo afferrato lo sguardo , una delle poche persone che capì che non avrei mai riso con gli occhi , una delle persone che non rividi mai più dopo quell'unico pomeriggio.... e così i racconti diventano ricordi e i ricordi si trasformano in pensieri.

Il mio cervello è tornato a battere , lunga vita al mio cervello.




permalink | inviato da dubhe il 3/1/2009 alle 22:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


30 dicembre 2008

Battiti

Mi batte il cuore facilmente ultimamente , ansia paura solitudine gioia felicità terrore. Tutto assieme, uno dopo l'altro, separati.
Prima o poi capirò cos'è questo vento nuovo , ma è ridicolo annusarne l'aria e non capire, non ha senso, o forse il senso non lo voglio ancora capire per pura paura che sia tutto vero.




permalink | inviato da dubhe il 30/12/2008 alle 21:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 dicembre 2008

Sicurezza

Come è possibile lasciare i ricordi di un grande amore? come è possibile riuscire a rinascere dalle ceneri di quello che può capitarti una volta in molte vite? Come si può andare avanti nonostante la perdita di un amore da romanzo?
Non lo so eppure ora non tornerei mai indietro.
L'ho vissuto ed è quello che ho sempre voluto. E a tutti coloro che con ,lingua velenosa mi hanno augurato sofferenze posso dire che tutte le sofferenze che ho provato sono valse ai pochi attimi di felicità che ho provato.

E che ora sono pronta ad una nuova vita , più entusiasta che mai.

Ma questo quelle voci non potranno mai capirlo, perchè non vivono la mia straordinaria esistenza...

in ricordo di un tempo e nella certezza del futuro.




permalink | inviato da dubhe il 28/12/2008 alle 22:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 dicembre 2008

Attese

Mi pare di tornare indietro di dieci anni e più quando attendevo un altro lui proprio in questo stesso periodo dell'anno.
E ora attendo un messaggio di un angelo , un angelo dagli occhi blu come il mare, un messaggio che non è solo speranza ma soprattutto voglia di ritornare a scoprire i battiti del mio cuore.
Voglia di sentire ancora le mani di un uomo sulla mia pelle calda, voglia di sentirmi ancora e sempre donna.
 




permalink | inviato da dubhe il 27/12/2008 alle 21:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 dicembre 2008

Rieccomi

Sono passati anni dal mio ultimo intervento.
Anni difficili e dolorosi.
Anni segnati dall'allontanamento verso tutto e tutti e anche verso me stessa.
Anni in cui ho reimparato a conoscermi.
Anni in cui sono stata sola.
Anni in cui ho tentato di farla finita.
Anni in cui ho reimparato ad amare tutto.

E tutto questo per l'abbandono di alcune persone. di un uomo e di alcuni amici.
Anni in cui ho imparato piano piano a fare a meno di loro.

Anni in cui mi sono seduta in tutti i sensi ma in cui ho imparato anche a rialzarmi.

Ci sono stati momenti in cui ho avuto problemi seri , di alcool e di depressione, superati da sola o quasi, ci sono stati momenti in cui ho creduto fosse meglio abbandonare tutto.

Ci sono state sere in cui l'unico mio pensiero era rivolto alla fine, e ci sono state mattine in cui l'unico mio dispiacere era il non aver visto i miei desideri della sera prima avverati.
Ora per ripicca il destino non fa altro che farmi avere paura che da un momento all'altro tutto si concluda.

Sono stati anni che voglio tirar fuori, perchè sono emozioni che ho vissuto e che voglio ricordare.

Ora nonostante la solitudine e i momenti di crisi che passano inesorabilmente è tutto di nuovo meraviglioso.
Forse perchè dalla vita ho avuto talmente poco che so accontentarmi anche delle briciole...




permalink | inviato da dubhe il 12/12/2008 alle 21:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     giugno       
 

 rubriche

Diario

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Megrez - compagna di sempre
Ofyp - l'uomo più misterioso di Torino :)
Amph - l'ignoto vicino di casa
Dottore mi scusi.... :*
L'uomo di cui dovrò scoprire i segreti!
Un riccardo a Los Angeles
Una bimba che balla

Blog letto 63397 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom